[23/06/20]

L’invito al contribuente dà più tempo al Fisco

a cura di Laura Ambrosi

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi del 23 giugno 2020

* * *

Termini di decadenza maggiorati se l’Ufficio decide di attivare il contraddittorio preventivo anche se non è obbligatorio. È questo il principio generale che emerge dalla circolare 17/E/2020 pubblicata il 22 giugno dall’Agenzia.

Il legislatore ha introdotto per alcune tipologie di atto impositivo l’obbligo di contraddittorio preventivo, ossia di convocare il contribuente prima della notifica del provvedimento.

È stato inoltre disposto che, in deroga allo Statuto del contribuente, qualora tra la data di comparizione e quella di decadenza dell’amministrazione dal potere di notificazione dell’atto impositivo intercorrano meno di 90 giorni, il termine di decadenza per la notificazione è automaticamente prorogato di 120 giorni, in deroga al termine ordinario.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi  23 06 2020



Indietro