[30/10/20]

Processo tributario a distanza, obiettivo tradito da almeno due anni

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 30 ottobre 2020

* * *

Udienze tributarie senza la presenza delle parti e modalità a distanza ancora in alto mare. È quanto si evince dalla lettura dell’articolo 27 del Dl 137/2020. La norma sembra prendere atto della situazione alquanto singolare in cui versa la giustizia tributaria così da prevedere le udienze da remoto solo ove le dotazioni informatiche della giustizia tributaria lo consentano e nei limiti delle risorse disponibili. Negli altri casi, l’udienza si svolgerà con lo scambio di memorie.

Udienze a distanza
È singolare che le udienze a distanza nel processo tributario siano state previste molto prima dell’inizio della pandemia. L’articolo 25 bis del Dlgs 546/1992 introdotto dal Dl 119/2018 prevedeva la partecipazione delle parti all’udienza pubblica anche a distanza, su richiesta formulata, mediante un collegamento audiovisivo tra l’aula e il luogo del domicilio indicato dal contribuente, dal difensore, dall’ufficio con modalità tali da assicurare la reciproca visibilità dei presenti. Sembra una previsione introdotta durante l’emergenza Covid e invece esiste nel nostro ordinamento da ben due anni, da allora, però, è rimasta quasi del tutto inattuata.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi 30 10 2020
Norme & Tributi Plus Diritto 30 10 2020



Indietro