[06/11/20]

In assenza di dichiarazione riciclaggio non integrabile

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 6 novembre 2020

* * *

Il trasferimento di somme provenienti da omesse fatturazioni non integra il reato di riciclaggio ove non sia già stata presentata la dichiarazione fraudolenta o infedele. Ciò in quanto il riciclaggio richiede la provenienza delittuosa delle somme mentre i reati tributari comportano la presentazione della dichiarazione. È quanto dispone la Cassazione con la sentenza 30889 di ieri.

Un avvocato riceveva assegni dai propri clienti a fronte di prestazioni non fatturate. Tali titoli venivano girati a un soggetto terzo che provvedeva a riscuoterli ed a consegnare il contante al professionista.

All'avvocato era contestato il delitto di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, il soggetto terzo era, invece, imputato di riciclaggio del profitto illecito derivante dalle violazioni fiscali penalmente rilevanti.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi 06 11 2020
Norme & Tributi Plus Diritto 06 11 2020



Indietro