[10/11/20]

Confisca per sproporzione rinviata alle Sezioni unite

a cura di Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 10 novembre 2020

* * *

Saranno le Sezioni Unite penali a dover decidere se nelle ipotesi di confisca cosiddetta per sproporzione o allargata occorra far riferimento ai beni esistenti e riferibili al condannato sino al momento del passaggio in giudicato della sentenza di condanna o se invece limitarsi a quelli esistenti al momento ben precedente dell’emissione della sentenza.

A rimettere la questione all’alto consesso è la prima sezione penale della Suprema Corte con l’ordinanza n. 31209 depositata ieri.

L’articolo 240 bis del Codice penale prevede che nei casi di condanna o di patteggiamento, per alcuni gravi delitti sia sempre disposta la confisca del denaro, dei beni o delle altre utilità di cui il condannato non può giustificare la provenienza e di cui, anche per interposta persona fisica o giuridica, risulta essere titolare o avere la disponibilità a qualsiasi titolo in valore sproporzionato al proprio reddito dichiarato o alla propria attività economica.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi 10 11 2020
Norme & Tributi Plus Diritto 10 11 2020



Indietro