[03/12/20]

Udienze tributarie, lo spettro dell’abuso dietro le istanze di rinvio

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

 

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Diritto, del 3 dicembre 2020

* * *

Se la richiesta di rinvio dell’udienza motivata in base alle previsioni introdotte per l’emergenza covid ha finalità dilatorie il giudice la respinge configurandosi un abuso del processo da parte del difensore. A precisarlo è la Ctp Reggio Emilia con la sentenza n. 223/02/20 che non ha inteso rinviare l’udienza a norma dell’articolo 27 del Dl 137/2020.

Nella specie, da quanto è possibile evincere dal testo della pronuncia, si trattava effettivamente di una ulteriore richiesta di differimento da parte del contribuente che non depositava alcuni documenti fondamentali ai fini della decisione. Da qui la scelta del collegio di non accordare più alcun rinvio, nonostante le norme, ritenendo la richiesta «strumentale» per meri fini dilatori, configurando una condotta di abuso del processo. Vi è da sperare che, in assenza di altri rinvii e dell’asserito intento dilatorio, il collegio sarebbe giunto a decisioni differenti.

Il Sole 24 Ore – Norme e Tributi 03 12 2020
Norme & Tributi Plus Diritto 03 12 2020



Indietro