[17/11/21]

L’operazione di cessione sotto il focus antiriciclaggio

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Fisco, del 17 novembre 2021

* * *

Gli obblighi anti riciclaggio vanno valutati con attenzione dai professionisti che intervengono negli adempimenti per la fruizione dei superbonus da parte dei clienti.

Il Dl 157/2021, infatti, nell’intento di contrastare più attivamente le frodi nel settore, coinvolge attivamente professionisti e intermediari finanziari. Ora, con le nuove norme, i soggetti obbligati agli adempimenti antiriciclaggio (articolo 3 del Dlgs 231/2007) che intervengono nelle cessioni comunicate all’agenzia delle Entrate, non procedono all’acquisizione del credito in tutti i casi in cui ricorrano elementi di sospetto che obbligano alla segnalazione all’Uif.

Da evidenziare che l’Uif , nella comunicazione dell’11 febbraio 2021, ha individuato alcuni indici, seppur generici, di rischio:

  • l’eventuale natura fittizia dei crediti;
  • la presenza di cessionari dei crediti che pagano il prezzo della cessione con capitali di possibile origine illecita;
  • lo svolgimento di attività finanziaria abusiva da parte di soggetti privi delle prescritte autorizzazioni che effettuano plurime operazioni di acquisto di crediti da un’amplia platea di cedenti. Da questo nuovo quadro normativo, occorre comprendere, innanzitutto, chi siano i soggetti tenuti al nuovo adempimento.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 17 11 2021
Norme & Tributi Plus Fisco 17 11 2021



Indietro