[14/12/21]

Decreto Antifrode, modalità applicative

a cura di Laura Ambrosi e Giulia Pulerà

Pubblicato su La Settimana Fiscale, de Il Sole 24 Ore, n. 47 del 15 dicembre 2021

* * *

Con il decreto-legge 11 novembre 2021, n. 157 (di seguito “Decreto Antifrode”) sono state introdotte numerose misure con il dichiarato fine di contrastare possibili comportamenti fraudolenti in materia di Superbonus e crediti di imposta. In estrema sintesi, con il Decreto Antifrode sono stati previsti:

  1. l’estensione dell’obbligo del visto di conformità e di asseverazione della congruità delle spese, ai fini del riconoscimento del Superbonus al 110%, anche in capo al contribuente che usufruisce della detrazione direttamente nella dichiarazione dei redditi;
  2. l’estensione dei medesimi obblighi di certificazione in capo al contribuente che voglia usufruire dei restanti bonus fiscali (diversi dal Superbonus) nella specie previsti all’articolo 121, comma 2, Dl 34/2020 (tra i quali vi rientrano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, di efficientamento energetico, adozione di misure antisismiche, recupero o restauro della facciata di edifici esistenti, installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici);
  3. il rafforzamento dei controlli preventivi e il potere di sospensione dell’efficacia delle comunicazioni necessarie per l’esercizio dell’opzione della cessione del credito di imposta e dello sconto in fattura;
  4. l’attribuzione dei poteri di controllo all’agenzia delle Entrate che può procedere con atti di recupero dei contributi indebitamente percepiti o fruiti. 

Continua la lettura 



Indietro