[20/12/21]

Sotto la lente la natura fittizia dei crediti d’imposta

a cura di Laura Ambrosi

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Fisco, del 20 dicembre 2021

* * *

Al pari di quanto avviene per la maggior parte delle prestazioni professionali differenti da quelle ritenute a rischio “non significativo”, il professionista deve effettuare l’adeguata verifica del cliente che gli conferisce l'incarico di apporre il visto di conformità. Si tratta infatti, nella quasi totalità dei casi, di prestazioni che anche se occasionali, prevedono la trasmissione/movimentazione di somme superiori a 15mila euro. Il professionista dovrà quindi provvedere alla sua identificazione (e dell’eventuale beneficiario effettivo), all’acquisizione di informazioni utili sull’operazione, all’esecuzione del controllo costante nel caso la prestazione dovesse proseguire.

In questo contesto potrebbe essere importante acquisire la documentazione contabile relativa alla pratica. Salvo particolari situazioni, sono certamente utili, e quindi da tener in debita considerazione, le criticità ritenute meritevoli di segnalazioni, al fine di individuare situazioni a rischio, eventualmente, da segnalare.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 20 12 2021
Norme & Tributi Plus Fisco 20 12 2021



Indietro