[30/12/21]

Illegittima la cartella di pagamento per imposte da test di operatività

a cura di Laura Ambrosi

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Fisco, del 30 dicembre 2021

* * *

È illegittima la cartella di pagamento per la liquidazione di maggiori imposte derivanti dal test di operatività: la norma delle società di comodo introduce infatti dati presuntivi che vanno motivati in un avviso di accertamento. Ad affermarlo è la Cassazione con l’ordinanza 41840/2021, depositata ieri.

Una società riceveva una cartella derivante dal controllo automatizzato con la quale erano pretese le maggiori imposte previste per le società non operative. La contribuente non aveva presentato interpello disapplicativo e nella dichiarazione non si era adeguata ai minimi determinati dal test di operatività. La cartella di pagamento veniva impugnata dinanzi al giudice tributario, che per entrambi i gradi di merito confermava la legittimità della pretesa. La società ricorreva così in Cassazione, lamentando un’errata applicazione della norma sul controllo automatizzato.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 30 12 2021
Norme & Tributi Plus Fisco 30 12 2021



Indietro