[06/01/22]

Verso l’accertamento esecutivo per chi non risponde alle lettere di compliance

a cura di Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi del 6 gennaio 2022

* * *

Le comunicazioni preventive che segnalano anomalie potrebbero diventare atti impositivi immediatamente esecutivi e impugnabili qualora il contribuente, una volta ricevuta la lettera, non fornisca alcun riscontro all’Agenzia e non regolarizzi la violazione segnalata. È una delle proposte contenute nella relazione per il contrasto all’evasione.

Per favorire l’adempimento spontaneo, l’agenzia delle Entrate invia da anni comunicazioni per segnalare eventuali anomalie riscontrate nelle dichiarazioni, dando così l’opportunità di correggere errori od omissioni.

Le anomalie possono riguardare omissioni o infedeltà riscontrate mettendo a confronto i dati dichiarati dal contribuente con quelli delle banche dati delle Entrate.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 06 01 2022
 



Indietro