[02/06/21]

Processo tributario, non c’è riforma senza la condanna alle spese

a cura di Laura Ambrosi e Antonio Iorio

Pubblicato su Il Sole 24 Ore - Norme e Tributi, Norme & Tributi Plus Fisco, del 2 giugno 2021

* * *

Una delle (possibili) soluzioni che sembrano emergere per la riduzione dei tempi del contenzioso tributario e dei procedimenti pendenti, è un filtro preventivo idoneo a “sfoltire” i ricorsi di importi non elevati.  A tal fine parrebbe determinante l’affidamento di tale filtro non alla stessa agenzia delle Entrate, come avviene oggi con la mediazione, ma a un giudice tributario.

Al riguardo dall’esame delle statistiche fornite dal ministero dell’Economia non pare che la mediazione abbia ridotto negli anni il numero dei procedimenti giunti presso le commissioni tributarie. La mediazione prevede infatti un accordo tra le parti. Mal si comprende, però, per quale ragione, se finora le parti non si accordavano poi dovrebbero definire la controversia per il solo intervento del giudice.

Il Sole 24 Ore – Norme & Tributi 02 06 2021
Norme & Tributi Plus Fisco 02 06 2021



Indietro